A tu per tu con Mattia Brena

Abbiamo avuto il piacere di fare una chiacchierata con uno dei bravi e giovani tecnici di regia radiofonica di Radio Montecarlo

Ciao, innanzitutto Buon lunedì e grazie per la disponibilità. 

Ciao Mattia, grazie per la disponibilità. Presentati brevemente ai miei lettori.
Ciao Lorena, grazie a te per l’intervista. Cercherò di essere conciso perché se no rischierei di scrivere la Divina Commedia! Mi chiamo Mattia Brena, ho 32 anni, sono nato e cresciuto a Bergamo ma abito a Milano da ormai 7 anni e per guadagnarmi da vivere faccio la radio 😀

“Podcast” è la trasmissione online di Mattia Brena

Come e perché è nato il progetto Podcast?
Il progetto Podcast nasce dall’esigenza di comunicare, di fare qualcosa di mio, che mi diverta, diverso da quello che vedo e sento tra tv e radio. Molto semplicemente prendo gli argomenti della settimana e li racconto… a modo mio!
Il “format” della prima puntata è pressoché identico a quello dell’ultima, ci sono dei micro cambiamenti ad ogni puntata; irrilevanti ma importanti. Li faccio per tenere sempre in “movimento” il programma ma al tempo stesso ho bisogno che le puntate abbiano sempre quell’impronta che renda il format riconoscibile con la sua identità.

Il progetto Podcast nasce dall’esigenza di comunicare, di fare qualcosa di mio, che mi diverta, diverso da quello che vedo e sento tra tv e radio. Molto semplicemente prendo gli argomenti della settimana e li racconto… a modo mio

A chi si rivolge? Chi è il tuo ascoltatore ideale?
Non ho un target di riferimento preciso e le view sono ancora troppo basse per analizzare gli insight (sigh!) ma credo che si possa apprezzare di più dai 30 anni in su.

Quanto lavoro c’è dietro la preparazione di ogni puntata che, ricordiamolo, è a cadenza settimanale, ogni venerdì pomeriggio?
Al contrario di quanto si possa pensare c’è del lavoro dietro! Lo posso schematizzare in 5 fasi.
Fase 1 – La scelta degli argomenti. Non sempre è facile: delle volte sono dovuto ricorrere alla miscellanea di notizie frivole raccontate a mo’ di telegiornale con una battuta finale.
Fase 2 – Lavoro di scrittura. Una sorta di scaletta: saluti, introduzione primo argomento, eventuali battute, ecc…
Fase 3 – Ricerca del materiale da usare. Per questo mi viene in soccorso YouTube.
Fase 4 – Una volta scritta la puntata e raccolto il materiale sono pronto a registrare. Piazzo lo smartphone davanti a me e al microfono del mio home studio e inizio a registrare audio+video.
Fase 5 – Montaggio. Se faccio veloce posso impiegare un paio di ore, ma la cosa più lunga da fare è il salvataggio e la renderizzazione: bisogna armarsi di pazienza e aspettare che il computer restituisca il video così come lo abbiamo pensato e montato. E senza errori, se no mi tocca rifare!

Chi ascolta RMC ti conosce per essere un tecnico di regia…ma tu hai abilità, come abbiamo ascoltato in Podcast, anche dietro al microfono. Ti vedi, un domani, a condurre un programma tutto tuo?
Innanzi tutto premetto che quando da piccolo le maestre chiedevano a me e ai miei compagni che lavoro avremmo voluto fare da grandi io rispondevo che avrei voluto condurre il Festival Bar. Poi, sempre per la serie “forse non tutti sanno che”, ho iniziato proprio davanti al microfono, nelle radio locali! Ricordo che una delle prime cose che ho detto in radio è stato l’annuncio della Santa Messa. Di lì in avanti ho condotto svariati programmi in svariate radio locali. Finché un giorno ho avuto la possibilità di entrare a far parte del gruppo radiofonico del quale faccio parte adesso, ma come tecnico di produzione per le webradio. Ho accettato (ma senza abbandonare la mia naturale vocazione, infatti ho continuato a condurre una classifica sul canale webradio 105 HITS https://soundcloud.com/mattia-brena/2012-classifica-105-hits-1). Dopo un anno e mezzo circa è arrivata la proposta di tornare all’FM per la regia di Radio Monte Carlo. Ma ho continuato a parlare al microfono specializzandomi nello speakeraggio di spot e voice over e in futuro chissà, mi piacerebbe la TV…

Un’ultima domanda … quale consiglio ti senti di dare a chi vuole iniziare a registrare dei podcast e crearsi un programma tutto suo online? E a chi volesse buttarsi nel mondo delle radio?
Se volete registrare dei podcast fatelo e basta, senza se e senza ma. Scegliete un argomento, fate due prove, ma poi fatelo. Non vi costa niente, potete addirittura caricare i vostri audio su iTunes, Spotify e altro gratuitamente (oltre che su YouTube).
Se invece volete buttarvi nel mondo delle radio beh non saprei, ognuno ha il suo percorso.
Il mio è iniziato con le radio locali, corsi di dizione e recitazione ma soprattutto tante (ma tante) porte sbattute in faccia. Tornassi indietro lavorerei più sulle pubbliche relazioni eheh.
Ah! Le porte in faccia continuo a prenderle di tanto in tanto 😀

Come seguire ed essere in contatto Mattia Brena sui social

Twitter 
Facebook
Instagram

Potete ascoltare Podcast di Mattia Brena su
Spotify 
Youtube
I-Tunes

Grazie mille per la disponibilità e complimenti ancora per il tuo progetto! 
Ma sono io a ringraziare te! Buona giornata e buon lavoro! Mattia Brena


Share this:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *