Nuove Uscite in libreria|Manuel Pomaro torna in libreria con “Lei mi avrebbe detto Si”

Il libro è uscito nel giorno di San Valentino

Sinossi: Miriam e Ascanio attraversano una crisi di coppia. La ragazza intreccia una relazione con Pablo, un cuoco che organizza cene emozionali. Ascanio scopre il tradimento e prepara un’atroce vendetta. 

Lauren sta cercando di allontanarsi da una relazione satura. Un incontro a Capodanno la indurrà a credere che ciò sarà possibile, ma gli strascichi del precedente rapporto potrebbero minare il suo tentativo di tornare ad amare.

È giusto credere che in prossimità di eventi catastrofici nascano le migliori storie d’amore?

Può una proposta di matrimonio portare allo stesso tempo gioia e disperazione?

Costo 2,99 €

Data pubblicazione 14 febbraio 2019

Chi è Manuel Pomaro. Qualche nota biografica sull’autore.

Manuel Pomaro è nato a Ospedaletto Euganeo (PD), nel 1980. Ama il cinema, la lettura e la scrittura. Predilige il filone fantascientifico americano, da cui ha tratto ispirazione per la prima opera, “Ieri Irreale” (Arduino Sacco Editore). Successivamente, si è volto al genere rosa, creando “Il sentiero che conduce a casa” (Rei Editore). Il suo romanzo “Arriverà un bambino di luce” (egoEdizioni di David and Matthaus) narra una storia di alieni, spaziando fra vari piani temporali, tra fiction e ufologia. L’opera si è aggiudicata il secondo posto al Premio Nazionale Graffiti Camuni Narrativa. Nello stesso periodo, Pomaro ha pubblicato “Il giorno che andrà tutto bene” in formato eBook su Amazon. Sempre su Amazon è uscito il suo ultimo romanzo, “L’incrocio dei lunghi attimi”. Parla della ricerca dell’amore da parte di una donna che s’imbatterà, invece, nelle tracce di Marianna, una bambina scomparsa molti anni prima. Negli ultimi anni, Pomaro ha preferito la forma del racconto, dall’horror “Mangiami” ai romantici “L’estate di Amanda e Sonia” e “Il suo cuore guarda in alto”.

Share this:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *